LO SPORT CHE UNISCE

La forza e il valore dello sport come potenziale strumento di aggregazione e di coesione sociale,  è sempre più affermato e riconosciuto nel mondo. Nell’ultima settimana di scuola abbiamo potuto constatare che tutto ciò è vero grazie all’iniziativa dei docenti di Scienze Motorie Francesca Mazzola, Nicoletta Ferri e Francesco Vittorioso.

Due i tornei organizzati: calcetto

e pallavolo.

Le squadre hanno disputato le partite con entusiasmo e partecipazione positiva; i vincitori si sono poi sfidati nell’ultimo giorno di scuola contro  le squadre formate da alcuni docenti che con coraggio si sono messi in gioco!

Squadra vincitrice del torneo di pallavolo: 5Aat

Squadra vincitrice del torneo di calcetto: il triennio misto (terza, quarta e quinta) dei Servizi Commerciali.

Ed ecco le due squadre con i docenti Giuseppe Campisi, Francesca Mazzola, Raffaella Ciccolella, Ersilia Bozzino, Claudia Castiglioni, Fabiola Ranaldo, M.Teresa Carossa, Veronica Vinci

Francesco Vittorioso, Antonio Gentile, Michael Maniscalco, Claudio Mandalà, Vincenzo Lorrai, Clemente D’Alessandro, Marco Virgulto e il nostro collaboratore scolastico Oscar Bonomi.

Redazione tuttoeinaudiblog

 

 

 

 

 

NO AL FUMO!

L’incontro di martedì 5 giugno presso l’Oratorio di San Bernardo, ha visto protagonista il tema della Salute.

Una giornata conclusiva di un percorso che ha coinvolto le classi del biennio in un Concorso contro il fumo.  Un’attività preparata dalla Commissione Salute e organizzata dai ragazzi della 3A e 3B dei Servizi Socio Sanitari. Il contenuto dei disegni doveva esser propositivo di valori quali: la prevenzione della dipendenza, il rispetto del proprio corpo della salute propria e degli altri. Evidenziare considerazioni che spingano i propri pari a riflettere sulla negatività e pericolosità del fumo, sia in ambienti chiusi che aperti.

Il momento più importante è stato l’intervento della dott.ssa Varango che ha coinvolto i ragazzi in una riflessione sul valore della salute e sulla pericolosità del fumo e della dipendenza.

Dopo la visione del video di tutti gli elaborati (fotografati da Chaima Zahid),

sono stati premiati i vincitori del concorso

e anche le classi che si sono distinte per una maggiore attenzione alla raccolta differenziata.

La mattinata si è conclusa con un aperitivo preparato dagli allievi della classe 3Asv sotto la guida della prof.ssa Emilia Greco. Un grazie alla Commissione Salute che ha saputo creare questo evento di sensibilizzazione su un tema importante e molto sentito dai ragazzi.

Ecco una galleria fotografica dei bellissimi disegni, slogan e fotografie realizzate dai partecipanti al Concorso. Bravissimi!!!

 

 

Prof.ssa Patrizia Castelli

 

School Break Cafè: una nuova realtà!

Oggi finalmente è stato inaugurato lo School Break Cafè, nuovo punto di riferimento per gli studenti e i docenti dell’Istituto.  Ad accogliere come sempre gli alunni in divisa …

e un dolce rinfresco

Alla presenza delle autorità locali, tra le quali  il sindaco Sara Casanova

e del nostro Dirigente reggente, Francesco Terracina

sono stati anche premiati gli alunni meritevoli che si sono contraddistinti per gli ottimi risultati scolastici raggiunti.

Il Collegio dei Docenti della scuola ha deciso di intitolare lo School Break Café ad una donna che ha lavorato  nell’Istituto e si è dimostrata insegnante attenta e premurosa sia nei confronti degli alunni sia dei colleghi. A lei, Luisa Pancotti, insegnante di lingua Francese,  è dedicata la targa affissa di fianco alla porta d’ingresso del laboratorio come potete vedere in questa immagine

In occasione dell’evento all’interno dell’atrio è stata allestita la mostra fotografica degli alunni che hanno partecipato al corso “Scrivere con la luce” tenuto dalla prof.ssa M.Teresa Carossa.

Non dimentichiamoci però che dietro a questo nuovo spazio, c’è stato il lavoro di docenti volenterosi come l’ingegnere e docente di Fisica Vincenzo Gattellari che ha realizzato il progetto del locale; i docenti Giorgio Bruniera e M.Teresa Carossa che si sono improvvisati imbianchini …

insieme agli alunni Mattia, Naella e Mimmo che hanno contribuito a dipingere sia il bancone del bar sia le pareti. L’ allestimento del rinfresco nonché tutta la pulizia e l’ordine del Café  da parte della classe 3^A indirizzo sala e vendita è stato coordinato egregiamente dalla docente Emilia Greco. Eccola nella foto mentre prepara gli ultimi  dolci

Un ringraziamento anche all’Associazione AGE dei genitori e alla Fondazione Comunitaria che hanno contribuito e finanziato il progetto. Complimenti a tutti e speriamo che  oltre che luogo di apprendimento pratico, questo nuovo ambiente possa diventare incontro e scambio  di conoscenze anche per la cittadinanza lodigiana.

 

la Redazione di tuttoeinaudiblog

 

 

 

 

 

 

MOSTRA FOTOGRAFICA

Da lunedì 4 giugno è visibile all’interno dell’atrio della sede centrale dell’Istituto la mostra fotografica del corso “Scrivere con la luce” svolto da 15 studenti sotto la guida della docente M.Teresa Carossa. Il corso che ha avuto la durata di circa 40 ore, ha previsto lezioni in aula e tante uscite sul territorio ed ha toccato diversi temi della fotografia: dal ritratto alla fotografia di paesaggio, dalla street photograhy alla fotografia più creativa, dalla fotografia a colori a quella in bianco e nero. Ecco la locandina della mostra e complimenti ai giovani fotografi che hanno saputo cogliere particolari e immagini uniche.

La Redazione di tuttoeinaudiblog

School Break Cafè

Il giorno 4 giugno 2018 verrà inaugurato lo School break café, il nuovo spazio di laboratorio di Sala bar della scuola, il cui progetto è stato finanziato da Fondazione Comunitaria.  L’atrio della scuola diventerà perciò spazio d’incontro, laboratorio di relazione e professionalità per l’accoglienza e i servizi enogastronomici. Un caffé laboratorio per diventare professionisti dell’ospitalità, promuovendo l’enogastronomia locale, dove coniugare competenza ed amore per la professione.

Ecco la locandina della giornata realizzata dagli studenti sotto la guida della  prof.ssa di Accoglienza Turistica Mafalda Ferrante. Vi aspettiamo numerosi!

La redazione di tuttoeinaudiblog

 

IL MURO DELL’INTEGRAZIONE

Un murale per raccontare l’integrazione e per rendere più colorata la nostra scuola. Dal 28 maggio al 1 giugno gli studenti che hanno partecipato al progetto “AbbelliAMO la scuola” hanno avuto la possibilità, guidati dalla prof.ssa di arte M.Teresa Carossa e dal noto artista Mattia Botta in arte Geometric Bang, di parlare attraverso l’arte. La rassegna stampa che potete leggere qui sotto spiega molto bene l’iniziativa che è diventata anche un pretesto per chiedere alle autorità competenti una nuova sede per l’Istituto. Le foto invece raccontano tutte le fasi del lavoro che ha visto trasformare una squallida parete grigia in un mix di colori, disegni e messaggi di pace.

Un grazie a tutti gli alunni che con entusiasmo e determinazione hanno partecipato  e un grazie ai colleghi che con pazienza hanno collaborato nonostante le verifiche e le ultime interrogazioni.

prof.ssa M.Teresa Carossa

 

Suoni e Segni dell’alternanza

Si è conclusa oggi l’esperienza di alternanza scuola lavoro svolta presso la scuola elementare “De Amicis” di Lodi. Alcune nostre studentesse dell’indirizzo socio sanitario, accompagnate dalle docenti  M.Teresa Carossa (arte) e Alessandra De Vincenzi (musica), hanno avuto l’opportunità di proporre un laboratorio  espressivo di Musica e Arte rivolto a tutte le classi dell’Istituto Comprensivo. I bambini hanno sperimentato come attraverso il suono è possibile produrre segni grafici e creare così una forma di comunicazione non verbale. Dipingere con strumenti poco convenzionali come macchinine, spugne, palline, spazzole di ogni tipo ha sicuramente divertito i bambini che ci hanno regalato splendidi sorrisi; l’opportunità di suonare in gruppo e di sentirsi parte di esso ha sottolineato l’aspetto fortemente inclusivo della musica e delle arti in generale. Sporcarsi le mani di colore, camminare senza scarpe, suonare strumenti mai provati prima, ha permesso ai bambini di sentirsi liberi di esprimere le loro emozioni. Un grazie alle nostre alunne tutor: Giulia Vailati, Giada Nicardi, Debora Zidoni, Stefania Medaglia, Aurora Mazza, Maria Cerda, Alice Chinosi, Beatrice Brocchieri, Gaia Valenti, Greta Mazzoletti.

Come diceva Munari: “un bambino creativo è un bambino più felice”.

Prof.ssa M.Teresa Carossa

ALTERNANZA SCUOLA LAVORO TRA PRESENTE E FUTURO

Giovedì  31 maggio a Lodi, presso la sala convegni del Parco Tecnologico Padano, si svolgerà un grande evento sul tema dell’Alternanza Scuola lavoro che vedrà la partecipazione in prima fila del nostro Istituto quale Scuola Polo della Rete Provinciale ASL.

Ecco la locandina con il dettaglio dell’organizzazione della giornata.

Siamo sicuri che i nostri ragazzi sapranno accogliere tutti i partecipanti e offriranno loro un ottimo buffet!

La redazione di tuttoeinaudiblog

CERCANDO UN MARE DI TRANQUILLITA’…

Il giorno 15 Maggio 2018, alle ore 7.05 del mattino davanti alla scuola Einaudi, in via Spezzaferri si è imbarcata la nave più imponente dei sette mari, formata dalla truppa “PIRATI DI LODI”. Siamo sbarcati nella fantastica località di mare Loano alle ore 10.30 e, a dir la verità il tempo non prometteva bene, ma non ci siamo persi d’animo. Nuvoloni e  vento ci hanno accompagnato in questa splendida giornata!

Eccoci appena sbarcati tutti insieme.

Una volta arrivati in spiaggia, ci siamo scaldati scattando subito qualche foto in riva al mare.

Subito però siamo stati richiamati all’ordine dal capitano Marilena Chiesa affiancata dal co-capitano Chiara Baldini, aiutate dal primo ufficiale artistico Teresa Carossa e dal primo ufficiale musicale Alessandra De Vincenzi; altri ufficiali presenti: Raffaella Ciccolella, Palmira Fugazza, Antonio Gentile, Fabiola Ranaldo e Francesco Vittorioso. Sottufficiali: Elisa D’Angeli e Barbara Da Lio.

Durante la giornata abbiamo svolto diverse attività capitanate dal co-capitano e dai primi ufficiali.

Con il co-capitano Chiara Baldini abbiamo svolto due attività

Attività 1: Ognuno di noi doveva urlare ai sette mari il proprio nome accompagnato da un gesto che lo rappresentasse e il resto della truppa doveva ripetere sia il nome sia il gesto;

Attività 2: Urlare a turno “Wake up! Wake up!” accompagnato da un altro gesto inerente al luogo circostante

Attività 3: “IO SONO!”. Ci siamo divisi in due file poste una davanti all’altra, poi a turno ognuno passava in mezzo a questa finta passerella e doveva dire “IO SONO!” a bassa voce, ad alta voce, in un’altra lingua, come meglio preferiva. Quest’attività è stata impegnativa e alcuni non hanno partecipato proprio perché molto difficile.

Dopo l’affermazione di noi stessi, la quarta attività proposta dal primo ufficiale artistico Teresa Carossa è stata una sorta di continuazione del percorso iniziato. Attraverso l’uso di materiale naturale come  sabbia, conchiglie, legnetti, sassi, alghe, ecc.

ognuno di noi ha creato un disegno sulla spiaggia … insomma doveva rappresentare il proprio IO.

Anche i professori hanno partecipato alla performance creativa

Finita, la fase artistica, siamo passati alla fase musicale con le attività proposte dal primo ufficiale Alessandra De Vincenzi.

Attività 1: Seguendo il ritmo musicale abbiamo danzato in onore del mare utilizzando semplici pezzi di stoffa colorata con i quali all’inizio abbiamo preso confidenza …

… e poi li abbiamo annodati per  creare un unico pezzo, lungo come un serpente che ci ha unito nella danza. E’ stato divertente!

Attività 2: Riproduzione di un brano mediante la costruzione di barattoli sonanti trovati in stiva e riempiti di sabbia, conchiglie e sassolini. Incredibile come si possano creare suoni con materiali di riciclo e tanta fantasia.

La truppa ormai stravolta e stanca avendo bisogno di energie, si è dedicata al all’amato STOMACO che già borbottava da diversi minuti. Insieme abbiamo mangiato, giocato, riso e scherzato

… e a qualcuno è venuta anche la  malinconia.

Una volta ripreso energia, ci siamo incamminati verso la scoperta delle origini del nostro mare, e quindi ci siamo diretti in visita al Museo del Mare di Loano. Sapienti e simpatiche guide ci hanno illustrato ogni piccola parte di questo museo davvero particolare, curato nel minimo dettaglio e ricco di storia.

Con molti sotterfugi abbiamo appreso qualche strategia per affrontare il mare al meglio e imparato che esistono più di 500 nodi diversi tra loro. Sono tantissimi!!!

Quindi abbiamo fatto ritorno in spiaggia per salutare il nostro amico mare con l’ ultima attività: “La Zattera”; capitanati dal nostro affidato co-capitano Baldini e con l’aiuto degli altri membri, l’obiettivo era tenere in equilibrio questa improvvisata scialuppa formata da un semplice filo rosso e a rischio di  naufragio.

Difficile mantenere l’equilibrio, serviva l’aiuto di tutti, ma proprio tutti.

Non è stato facile ma insieme abbiamo capito che collaborare è importante … sempre.

Siamo ai saluti finali e doveroso è ringraziare l’ideatrice di questa bellissima giornata che ha visto i tre laboratori “EmozionARTI”, “COmusicando” e “Insieme è più BELLO” unirsi per dar vita alla scuola che ci piace: quella inclusiva! Quindi GRAZIE a Marilena Chiesa

alle docenti creative Teresa Carossa, Alessandra De Vincenzi e Chiara Baldini

ma anche grazie ai docenti che ci hanno accompagnato e hanno partecipato con gioia alle attività. Eccoli sorridenti sopra la zattera: grazie al loro aiuto abbiamo trovato l’equilibrio per poter riprendere il viaggio del ritorno.

Infine abbiamo raccolto i commenti di alcuni alunni che hanno partecipato all’iniziativa per capire quali sentimenti hanno provato e che cosa ha significato per loro questa giornata

” Mi sono divertito, rilassato al suono delle onde del mare. Una gita meravigliosa”

“Esperienza molto signifcativa. Ho imparato molte cose per il mio futuro; mi sono divertita e ho conosciuto altre persone.”

“Stare insieme. Ecco quello che mi è piaciuto”

“E’ stato difficile non fare affondare la zattera, ma insieme agli altri è stato più facile. Mi sono sentito libero al mare.”

“E’ stata una giornata intensa, abbiamo svolto attività belle e interessanti. Mi è piaciuto rappresentarmi sulla sabbia. Esperienza positiva.”

“Le attività che abbiamo svolto in spiaggia hanno un significato ben preciso e mi sono portata a casa un bellissimo ricordo”

“Mi è piaciuto molto il gioco “Io SONO”, disegnare sulla sabbia, con i bastoncini e le alghe. ”

“Esperienza gradevole; in particolare mi sono divertita ad utilizzare materiali di riciclo per dare origine ad una vera e propria orchestra musicale”

“L’esperienza a Loano è stata nuova e molto interessante; mi ha aiutato a capire meglio me stessa e i miei limiti. Bello passare più tempo con i compagni che ho conosciuto quest’anno ai laboratori; e proprio dei laboratori mi ha colpito il fatto che  ci sono obiettivi ben precisi da raggiungere.”

“Mi sono divertito tanto e ho trovato interessante la visita al Museo del mare. Non dimenticherò mai questa gita: la più bella che ho vissuto con compagni e insegnanti”

“Le attività fatte a Loano mi hanno aiutato a mettermi alla prova. Mi sono però sentita a mio agio e ho imparato ad avere più coraggio”.

“Ho conosciuto nuove persone, svolto attività belle. Vorrei ritornare lì ancora con le stesse persone, gli stessi professori ma rimanere più giorni”.

Sul sito della scuola, alla voce Laboratori, e sul canale YouTube è possibile visionare il video della giornata e approfondire meglio il senso e gli obiettivi dei laboratori che il nostro Istituto propone ogni anno. Ecco il link: “Laboratori uniti per l’inclusione”

Ardizzon Sara – Livrieri Martina  – Zidoni Debora – 4BSSS

DEGUSTATORE DI VINO: un successo!!!!

Terminato il Corso di Formazione dal titolo “Degustatore di Vino” tenuto presso il nostro Istituto! Le attività di formazione sono state svolte nell’aula 3.0 dal Maestro Sommelier prof. Roberto Longobardi docente dell’ “Ipseoa Pollini” di Mortara (PV) in collaborazione con il Tutor e organizzatore del percorso professor Michele Guerriero.

I contenuti affrontati sono stati: cenni di Viticoltura ed Enologia, Fisiologia, tecniche di Degustazione, metodi di Spumantizzazione …

Vinificazione in bianco, rosso e rosato, vini passiti, temperature di servizio  e infine abbinamento cibo – vino.

Le ore svolte in totale sono state 18 e ad ognuno dei partecipanti, al termine,  è stato consegnato un CD contenente il materiale del corso,  un termometro per la misurazione della temperatura del vino e relativo cavatappi professionale.

Grande soddisfazione dei partecipanti che hanno richiesto l’attivazione di un ulteriore corso per approfondire le tematiche relative alle singole tipologie di vini del territorio italiano. Ecco una bella foto di gruppo con il Maestro.

Michele Guerriero