Le Distinzioni tra uomo e donna nella società di oggi

Ancora oggi nella nostra società esistono delle distinzioni tra uomini e donne. Per fortuna, nel corso dei decenni, molte cose sono cambiate. Le lotte per l’emancipazione femminile ebbero inizio nella seconda metà dell’Ottocento; da allora molta strada è stata fatta, ma molta ne resta ancora da fare. Infatti, nel Terzo Mondo, la condizione femminile non è delle migliori. In questi Paesi nascere femmina equivale a una maledizione e, quindi, si rischia quotidianamente la vita. Su un piano generale la donna in tutti i paesi e in tutti i tempi è sempre stata sottoposta a un trattamento meno privilegiato rispetto a quello dell’uomo. L’inferiorità delle donne è mutata nel corso del tempo e la sua esclusione è motivata da ragioni prive di fondamento, quali l’inferiorità fisica o il ruolo predestinato di madre e domestica. L’accesso al lavoro non è uguale per tutti: prevale il pregiudizio che la donna sia meno capace a gestire situazioni importanti ed è spesso esclusa da ruoli decisionali. Nella società odierna si è raggiunta la percentuale più alta di “donne in carriera” ma il numero delle lavoratrici è notevolmente minore a quello dei lavoratori. Sta di fatto che fino a poco tempo fa eravamo abituati a vedere la donna solamente come casalinga, ma ultimamente va affermandosi la figura della donna lavoratrice, indipendente sia dal punto di vista economico che sociale, e che per questo va rispettata e trattata al pari dell’uomo.

Permettere una maggiore libertà ad entrambi i sessi, sarebbe una più equilibrata divisione delle responsabilità e ciò gioverebbe anche alla situazione famigliare.

Solimando Sara – Masiello Sara – Zaharia Diana – 5Csss